Approvato in Cdm decreto su RC Auto

Il logo SAIV
Agenzia Generale di Breno - Vallecamonica                                                                                    Agenti: Canevali Mauro e Pizzatti Fabrizio
Vai ai contenuti

Approvato in Cdm decreto su RC Auto

"UnipolSai Breno: Assicurazioni, Noleggio a Lungo Termine e Servizi per la Tua Salute e il Tuo Benessere!"
Pubblicato da intermediachannel.it in Assicurazioni · 22 Novembre 2023
Il 16 novembre scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato il decreto legislativo che recepisce la direttiva (UE) 2021/2118 del Parlamento europeo e del Consiglio, che modifica la direttiva 2009/103/CE in materioa di Rc Auto.
Tra le principali novità dal decreto, si prevedono deroghe all’obbligo assicurativo per i veicoli ritirati dalla circolazione o non idonei come mezzo di trasporto. Inoltre, si disciplina il regime della sospensione della copertura assicurativa per tutti i veicoli, con particolari norme agevolate per i veicoli di carattere storico in ragione del loro valore collezionistico.
Nuove regole anche per l’obbligo assicurativo dei veicoli elettrici “leggeri”, che verranno individuate con apposito Decreto Interministeriale del Mimit e del Mit di concerto con il Ministero dell’Interno.
Inoltre, l’obbligo di copertura assicurativa si considera adempiuto anche attraverso la stipula da parte di soggetti pubblici o privati di polizze che coprono il rischio di una pluralità di veicoli (assicurati “Corporate”) ricomprendendovi, per esempio, le attività di noleggio, sharing, rivendite di veicoli, utilizzo di flotte di autobus, autocarri, scuolabus.
Più in generale, il decreto legislativo del Mimit interviene sul perimetro dell’obbligo assicurativo, stabilendo che è l’uso del veicolo a imporlo, indipendentemente dal terreno su cui avviene (anche se in zone il cui accesso è soggetto a restrizioni) o dal fatto che sia fermo o in movimento. Ciò significa l’estensione dell’obbligo anche ai veicoli tenuti fermi in aree private, fissando un principio  già pronunciato dalla Corte di Cassazione con la sentenza 21983/2021
Sono tuttavia previste deroghe dall’obbligo assicurativo per i veicoli non idonei all’uso come mezzo di trasporto e per quelli ritirati dalla circolazione in quanto destinati alla rottamazione o sotto fermo amministrativo, confisca o sequestro. Resta la possibilità di sospendere l’assicurazione in caso di utilizzo stagionale del mezzo. Anzi, tale opzione viene rafforzata perché non più rimessa alla libera scelta dell’impresa assicuratrice, ma obbligatoria se richiesta dall’assicurato. Il termine di sospensione potrà essere prorogato più volte ma non potrà avere una durata superiore a nove mesi nel corso di un anno.
Queste misure si affiancano a quanto già disposto nel ddl Ricostruzione, in cui è previsto l’obbligo per le imprese assicurative che hanno assicurato il rischio dei danni catastrofali, di corrispondere un anticipo del 30% del danno, stimato sulla base di una perizia asseverata prodotta dal danneggiato.
Inoltre, la Legge di Bilancio per il 2024 prevede ulteriori misure in materia di rischi catastrofali: le imprese con sede legale in Italia o aventi sede legale all’estero, ma con stabile organizzazione in Italia, dovranno stipulare, entro il 31 dicembre 2024, contratti per assicurare i loro terreni, fabbricati, impianti e macchinari da eventuali danni causati da calamità naturali ed eventi catastrofali. Infine, per abbassare i rischi e garantire la stabilità finanziaria del sistema assicurativo, si prevede in Manovra anche l’istituzione di un Fondo di garanzia dei rami vita al quale le imprese assicurative sono chiamate ad aderire.
Altri aspetti importanti compresi nel ddl. sono la protezione in tutta l’Unione delle persone lese anche nel caso di insolvenza dell’assicuratore (e non più nel solo nel caso di incidenti causati da veicoli non assicurati o non identificati), l’armonizzazione dei massimali minimi di copertura, il rafforzamento dei controlli non discriminatori e intrusivi sui veicoli da parte degli Stati membri, il riconoscimento transfrontaliero degli attestati di rischio.
“Il decreto legislativo approvato oggi è un ulteriore importante tassello nel programma di riordino del sistema assicurativo nazionale, con l’obiettivo di garantire efficienza e sostenibilità al settore, a tutela dei cittadini e delle imprese”, ha dichiarato il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso.


Iscrizione RUI:
S.A.I.V. S.N.C. Iscr.A000622892
dal 28/02/2019
Canevali Mauro Iscr.A000160760
dal 27/04/2007
Pizzatti Fabrizio Iscr.A000137385
dal 26/03/2007
                   Intermediari soggetti a controllo IVASS
                                    Sito IVASS  per controllo RUI
              https://servizi.ivass.it/RuirPubblica/


S.A.I.V. Snc
di Canevali M. Lieta G.A. Pizzatti F.
P.I. e C.F. 04073190987
Via Donatori di Sangue, 36 - 25043 Breno Bs
Tel.0364 22272 - Fax.0364 320311  
Whatsapp +39 327 318 5552 mail info@saibreno.it
pec: saivsnc@legalmail.it  maurocanevali@pec.it giovanniantoniolieta@pec.it
facebook: UnipolSai Agenzia di Breno   Instagram: unipolsai_breno
Codice Univoco per fatturazione KRRH6B9

Codice Identificativo amministrativo assegnato dalla Compagnia all'agenzia: 65137
UnipolSai Assicurazioni S.p.A
Sede Legale: Via Stalingrado, 45 40128 Bologna
Telefono: 051 5076111 - Fax: 051 375349 - Mail Pec: unipolsaiassicurazioni@pec.unipol.it
Sede Principale:
Via Donatori di Sangue 36
25043 Breno (Bs)
Tel. 0364 22272 - Fax 0364 320311

Sede Secondaria:
Via Roccole, 96
25047 Darfo BoarioTerme (Bs)
Tel. 0364 531627 - Fax 0364 532102

© Sito realizzato da S.A.I.V. snc a cura di:
Mauro Canevali
Agenzia UnipolSai
Assicurazioni Breno
S.A.I.V. Snc
Aggiornato  al
18 Febbraio 2024



 

 

Privacy SAIV: privacy
Bookmark and Share
Servizio Clienti: Informazioni e Reclami

Paga con Satispay
Logo SAIV
Torna ai contenuti